CITTA’ INVISIBILE W/ REFLEKSIE, CRONO, GIULIA FROM ABOVE, 21.12.2012

SETTIMANA PROSSIMA SARA’ QUASI NATALE E SARA’ QUASI IL 2013.  SARA’ QUASI TUTTO CHIARO IN QUELLA STANZA CON I LAMPADARI DI CRISTALLO APPESI AL SOFFITTO, CHIARO DI LUCE OVVIAMENTE PERCHE’ TRA STROBO E FUMO LA CITTA’ – MILANO – DIVENTERA’ ANCORA UNA VOLTA INVISIBILE, NEL SENSO CHE SARA’ DIFFICILE VEDERE CHI SUONA E CHI BALLA, CHI ENTRA E CHI ESCE DA QUEL PRIVE’.

SAI GIA’ TUTTO, IL FORMAT E’ IL SOLITO: UN OSPITE, CRONO E LA CHIUSURA QUESTA VOLTA AFFIDATA A GIULIA FROM ABOVE, ANZICHE’ FITNESSBITCH CHE IN QUEI GIORNI SARA’ GIA’ A LOS ANGELES SOTTO LE PALME.

UN’APERTURA, QUELLA DOVE TI GODI LA TUA PRIMA CONSUMAZIONE OBBLIGATORIA, CON REFLEKSIE, LA PARTE ‘RIFLESSIVA’ E ‘DUB’ DEL TRIO ESPERANZA. IL MOOD SARA’ QUELLO CHE TROVI IN QUESTE DUE TRACCE CHE TI FACCIAMO ASCOLTARE.

“SE SENTI IL DISTACCO SEI ANCORA LI’” (CIT.)

UN VODKA TONIC, GRAZIE.

AMBIENTAMENTO:

LA SERATA SCIVOLA POI COME DA COPIONE CON IL DJ SET DI CRONO CHE PRESENTERA’ IN ANTEPRIMA PALAZZO D’INVERNO, L’EP CHE STA PER USCIRE A GENNAIO E CHE SU FACEBOOK ABBIAMO COMMENTATO CON UN PERENTORIO “CODIAZ”. QUA UNA PREVIEW:

LA VISTA INIZIA AD APPANNARSI DOPO IL TERZO GIRO DI VODKA E LE ORECCHIE E GLI OCCHI TI RICORDERANNO QUALCOSA DI SIMILE,

SITUAZIONE:

SOUNDCLOUD.COM/CRONODISCHI

SPERIAMO CHE TU NON COMMETTA L’ERRORE DI ENTRARE COSI’ TANTO IN TEMA CON LA SERATA DA ORDINARTI INVISIBILI ALLA FRAGOLA, SAREBBE UN ERRORE. RIMANI SULLA VODKA, MAGARI LISCIA, ANCORA MEGLIO.

LA CHIUSURA COME DICEVAMO E’ AFFIDATA A GIULIA FROM ABOVE. L’ULTIMA VOLTA L’ABBIAMO SENTITO AL VIETNAM DENTRO LA TRINCEA DEL DUDE. SIAMO CURIOSI DI CAPIRE COME SUONERA’, LEI, IN UNA CITTA’ CHE ALL’ULTIMO SORSO DI VODKA LISCIA MAGICAMENTE SPARISCE.

DEJAVU:

QUESTA SARA’ UNA DELLE TUE ULTIME SERATE DEL 2012, CERCA DI SALVARE AL MEGLIO I TUOI RICORDI.

- EVENTO FB -

CIAO CHI T’HA VISTO

UPDATE: CI HANNO COMUNICATO DALLA REGIA CHE REFLEKSIE SUONERA’ DALLE 3 ALLE 4 E CHE DALL’APERTURA DELLA PORTA (1.30) ALLE DUE CI SARANNO DRONI. UN’ALTRA VODKA, GRAZIE.