DANCITY 2012 – IL FESTIVAL CONCRETO

UN PO’ IN RITARDO RISPETTO ALLA MEDIA, MA ARRIVA ANCHE IL NOSTRO PARERE SUL DANCITY FESTIVAL, CHE SI E’ SVOLTO A FOLIGNO TRA IL 7 E L’8 LUGLIO. SI PARTE IN MACCHINA DA MILANO NEL TARDO POMERIGGIO DEL SEI LUGLIO, CON NOI DUE AMICI CHE LAVORANO PER UNA NOTA BEVANDA ENERGETICA E IL BASSISTA DI UNA BAND ITALIANA CHE HA ENERGIZZATO IL SONAR DE DIA QUEST’ANNO.

PARTENZA VIA GIOIA, ARRIVO NEL CUORE D’ITALIA, LA DOVE TUTTO TRASUDA PASSIONE.

IL DANCITY CADE COME LA CILIEGINA SULLA TORTA, DOVE LA TORTA E’ LA NOSTRA DECISIONE DI DEDICARE QUEST’ESTATE AI FESTIVAL ITALIANI, DOPO LA BELLA ESPERIENZA DEL MIT A ROMA E LA GRANDIOSA PARTECIPAZIONE AL JAZZ RE:FOUND CON IL NOSTRO SHOWCASE, SCENDERE A FOLIGNO PER IL DANCITY CI HA FATTO RENDERE CONTO CHE SNOBBARE QUEST’ANNO SONAR E SIMILI SI E’ RILEVATA UNA GRANDE SCELTA.

FOLIGNO E’ UNA CITTA’ MERAVIGLIOSA, UN RESTAURO CONSERVATIVO INTELLIGENTE GLI HA CONSEGNATO IL DONO DELL’IMMORTALITA’ E L’HA FATTA DIVENTARE UN TEATRO PERFETTO PER UNA QUALSIASI MANIFESTAZIONE, QUELLI DI DANCITY LO SANNO E DA SETTE ANNI CI ORGANIZZANO UN FESTIVAL DI MUSICA ELETTRONICA CONTEMPORANEA CONCRETO.

CONOSCENDO LE DIFFICOLTA’ CHE INEVITABILMENTE SI INCONTRANO DECIDENDO DI FARE UN FESTIVAL IN UNA CITTA’ DALLA QUALE LA PRIMA GRANDE METROPOLI (ROMA) DISTA UN’ORA E MEZZA E DOVE IL PUBBLICO NON E’ SICURAMENTE ALLENATO COME QUELLO DELLA GRANDE METROPOLI IN QUESTIONE, IL DANCITY HA INTRAPRESO LA STRADA PIU’ DIFFICILE: NON PIEGARSI A DELLE SCELTE APERTAMENTE COMMERCIALI E RISPETTARE I PROPRI IDEALI.

NE ESCE FUORI UN FESTIVAL CHE EDUCA, DOVE LA LINE UP NON E’ PIENA FINO ALL’ORLO DI NOMI CHE RIMBOMBANO MA PROPRIO PER QUESTO INCURIOSISCE E AL MOMENTO DELL’ASCOLTO RIPAGA TUTTE LE BUCHE PRESE SULLA E45.

TRA I LIVE AL POMERIGGIO AL PALAZZO TRINCI E QUELLI DELLA SERA, MESCOLATI CON ALCUNI DJ SET, AL SERENDIPITY CLUB ABBIAMO ASCOLTATO E BALLATO ACCANTO AD UNA PLATEA SEMPRE NUMEROSA FATTA SOPRATTUTTO DI LOCALS.

OLTRE ALLE ORMAI VECCHIE CONOSCENZE COME FURTHERSET (AO’ TOMMA’ SIAMO RIUSCITI A DARTI DEL VECCHIO, INCREDIBBILE) CHE SI PRESENTA PERO’ IN UNA NUOVA VESTE IN COMPAGNIA DI MANVOY DE SAINT SADRILL,  COME JIMMY EDGAR CHE AVEVAMO GIA’ SENTITO A TORINO DAI CHINA SURPRISE O COME HOLY OTHER CHE CI HA APERTO FERITE MAI CHIUSE, SIAMO RIMASTI ESTREMAMENTE COLPITI DA:

- VERSATILE NOISE TROOPERS (LIVE IPNOTICO AL POMERIGGIO E DJ SET LANCIARAZZI LA SERA)

- MORPHOSIS (IDOLO SUPREMO DELLE MACCHINE)

- QUIET ENSABLE (IDM FATTA UTILIZZANDO LA MASSA CORPOREA DI FRUTTA E VERDURA)

QUA SOTTO TROVATE UNA GALLERY CON DEGLI SCATTI FATTI DAL NOSTRO AMICO IVANOE FIORE, CHE SPESSO E VOLENTIERI CI ACCOMPAGNA E CI REGALA IL SUO PUNTO DI VISTA FOTOGRAFICO.

NON CI RIMANE CHE AUGURARE TUTTO IL MEGLIO AL DANCITY E DI INVITARE TUTTI A VENIRCI.

BRAVI TUTTI, CHE LA MADONNA VI ACCOMPAGNI

CIAO ASSISI