F I ▲N C O N I S T ▲= TRADUZIONE LETTERALE DI HIPSTER ▲ 3

RUBRICA A CADENZA CASUALE, SULLE HIPSTERATE, LE CURIOSITÀ E AVVENIMENTI COOL A LONDRA
(STAVOLTA A  MILANO)

FIANCONIS TROPICAL

EPISODIO TERZO

IL FIANCONISTA RITORNA SUL FURGONE DEGLI IS TROPICAL, PER FARTI CAPIRE CHE NON HAI CAPITO UN CAZZO, ANCORA UNA VOLTA.

SI’, PERCHÉ GLI IS TROPICAL NON SONO POST-PUNK . NEMMENO POST-NEWRAVE. AGLI IS TROPICAL PIACE IL POP, E AGLI AFTER DEGLI IS TROPICAL SI BALLA RIHANNA.

SE PENSAVI CHE LORO FOSSERO QUELLI PIÙ GIUSTI DELLA SCENA , AVEVI RAGIONE. MA FORSE NON SAI CHE QUESTI TRE RAGAZZI IN REALTÀ SONO TRE SQUATTER, ZERO CHE SE LA TIRANO. SONO MEGA SIMPA E SI DROGANO POCO.

IL FIANCONISTA È TORNATO IN ITALIA PER FARTI VEDERE CHE, SOTTO LE ASCELLE, GLI IS TROPICAL SI METTONO IL BOROTALCO.

DAL DIARIO DEL FIANCONISTA:

11.11.11

SCESI DAL FURGONE CI SIAMO DOVUTI FAR STRADA TRA LE GIOVANI GROUPIE. IO, IL ROADIE E IL TECNICO DEL SUONO ABBIAMO MESSO SU DUE BANDANE DI PHONZSAYSBLACK E CI SIAMO FINTI GLI IS TROPICAL MENTRE LORO (QUELLI VERI) FACEVANO IL SOUND CHECK DENTRO AL PLASTIC. ABBIAMO DISPENSATO LIMONI ED AUTOGRAFI SULLE TETTE; NESSUNO HA CAPITO CHE NON ERAVAMO LORO, NONOSTANTE LA PANZA DI SUNNY, IL FONICO.

IL CONCERTO È STATO MOLTO POST-PUNK. C’ERA UN SACCO DI GENTE, C’ERA UN SACCO DI POGO, C’ERANO UN SACCO DI TEENS, MA SOPRATTUTTO C’ERANO UN SACCO DI GENOVESI. (PER I FAN E LE GROUPIES IN ASCOLTO SAPPIATE CHE GLI IS TROPICI VANNO MATTI PER LE SALSICCE GENOVESI, CHE HANNO AVUTO MODO DI ASSAGGIARE DURANTE UN BARBECUE SUL TETTO DI CASA DI UNA FAMOSA SHOWGIRL GENOVESE DAI CAPELLI COLOR PLATINO).

IL LOCALE SCOPPIAVA DI GENTE,  LA GENTE SCOPPIAVA DI CALDO. GIURO CHE HO VISTO UN INDIEROCKER CHE PER RINFRESCARSI SI È NASCOSTO IN UN COCKTAIL. DOPO IL CONCERTO TUTTI FUORI. STARE DENTRO IL PLASTIC È RISAPUTO: È DA SFIGATI. IO SONO RIMASTO DENTRO PERCHÉ CI SBALLO CON I DJSET DI DORIAN. SIMON E GARY, CHE SONO QUELLI FIDANZATI NON HANNO CONCESSO NESSUN LIMONE MENTRE IL VECCHIO DOM (DRUMMER) HA TROVATO PANE (E POLPACCI) PER I SUOI DENTI.

SEDUTI SUI GRADINI DI VIALE UMBRIA GLI ESAUSTI MUSICISTI HANNO CONCESSO QUALCHE AUTOGRAFO SU QUALCHE TETTA, (QUELLE CHE NON AVEVO AUTOGRAFATO IO PRIMA DEL CONCERTO). C’ERA ANCHE STEVE, IL PRINCIPE DI SHOREDITCH. SI TROVAVA A MILANO PER SBRIGARE ALCUNE FACCENDE E HA ALLIETATO I NEOFITI MILANESI CON LE SUE FREDDURE INGLESI. UN POVERO FAN CHE AVEVA APPENA COMPRATO IL DISCO DEGLI IS TROPICAL, TUTTO LINDO APPENA SCARTATO, AL POSTO DELL’AUTOGRAFO HA RICEVUTO UNA PEDATA  DI STEVE SUL VINILE.  I RAGAZZI HANNO DETTO CHE L’IMPRONTA DELLA SCARPA È LA NUOVA FRONTIERA DELL’AUTOGRAFO FIANCONISTA.

CHE MATTACCHIONI.

LA SERATA SI È CONCLUSA A CASA DI UNO ZIO TROPPO FAN DELLE NUOVE BAND INDIE, CHE SU UN BRACCIO HA IL TATUAGGIO DEGLI ARCADE FIRE E SULL’ALTRO QUELLO DEGLI IS TROPICAL.

“PAPÀ PAPÀ COSA SONO QUEI DISEGNI?” – “LASCIA STARE FIGLIOLO, QUANDO ERO GIOVANE ERO UN FIANCONISTA.”

SICCOME GLI IS TROPICI DORMIVANO LI, ABBIAMO FATTO MATTINA, TRA CUBA LIBRE E ACQUA DEL RUBINETTO IN BICCHIERI PERSONALIZZATI. GARY E SIMON CI HANNO ALLIETATI SUONANDO CON CHITARRA FEAT UNA TASTIERA ‘CASIO’ DI FORTUNA.  I FIANCONISTI  NELLE SERATE TRA AMICI NON CI PIAZZANO UNA CHITARRA E UNO SPINELLO, BENSÌ TASTIERE ALIMENTATE CON PILE STILO. LE CANZONI NON DURAVANO MAI PIÙ DI MEZZO MINUTO PERCHÈ I MEMBRI DELL’AFTER ERANO TUTTI ITALIANI-INDIE-PACCO CHE NON SAPEVANO NÉ LE NOTE NÉ LE PAROLE.

SOLO HIT POP ANNI 90 NEL CANZONIERE DELLO ZIO INGLESE, QUINDI NIENTE “BIONDE TRECCE E GLI OCCHI AZZURRI E POI…”

STI FIANCONISTI .

QUI UN VIDEO CHE DOCUMENTA MOMENTI DI ESTRO E DANZE PASSIONALI. ORE 7.03 AM

E RICORDA UNA COSA:

IL FIANCONISTA È PIÙ FIGO DI TE.

ARRIVEDERCI PIVELLI,

AL PROSSIMO EPISODIO