I MESSAGGI HANNO COMPIUTO VENTI ANNI

 

GIA’

PARE PROPRIO CHE IL PRIMO SMS FU MANDATO DA NEIL PAPWORTH IL 3 DICEMBRE 1992. IL DESTINATARIO, RICHARD JARVIS, CHE ERA IL DIRETTORE DELLA COMUNICAZIONE IN VODAFONE, SI VIDE RECAPITARE UN SEMPLICISSIMO QUANTO UN TANTINO ANTICIPATO “MERRY CHRISTMASS”.

UN PICCOLO SCAMBIO DI PAROLE TRA DUE NERD, UN INFINITO VIAGGIO VERSO LE EMOTICON, LE PAROLE TRONCATE E I FRAINTENDIMENTI.

NEIL STAVA LAVORANDO PER LA VODAFONE APPUNTO E PER FAR CAPIRE AL SUO BOSS CHE STAVA LAVORANDO BENE GLI HA MANDATO UN MESSAGGINO, ANCORA INCOSAPEVOLE DI QUELLO CHE AVREBBE SCATENATO.

NELL’INTERESSANTE INTERVISTA CHE QUALCHE GIORNO FA GLI HANNO FATTO, LUI CHIEDE UMILMENTE DI NON ESSERE INCOLPATO PER LA SUA INVENZIONE E QUANDO GLI DICONO CHE MOLTI ATTRIBUISCONO LA PATERNITA’ DEL SERVIZIO A MATTI MAKKONEN, LUI DICE: “LUI E’ IL PADRE DEGLI SMS, IO HO SOLO MANDATO IL PRIMO”.

DELLA SERIE, PRENDETEVELA CON LUI

CHISSA SE ENTRAMBI OGNI TANTO,  MAGARI LA NOTTE PRIMA DI ADDORMENTARSI, PENSANO CHE SOLO IN AMERICA AL GIORNO SI MANDANO 2.2 TRILIONI DI MESSAGGI, NEL MONDO LA BELLEZZA DI 8.6 TRILIONI, CON UNA CRESCITA DOPPIA STIMATA PER IL 2013.

RIMANE IL FATTO CHE “MESSAGGIARSI” (E’ TERRIBILE LA TRADUZIONE  DI TEXTING) E’ LA FORMA DI COMUNICAZIONE PIU’ USATA: PIU’ DEI SOCIAL PIU’ DEL LINGUAGGIO DEL CORPO, PIU’ DEI GESTI, PIU’ DEGLI AMMICCAMENTI, PIU’ DELLA PAROLA QUASI.

TUTTO QUESTO SPESSO CONCENTRATO IN POCHI CARATTERI, IMMAGINATEVI IL BORDELLO QUINDI.

CHI LI AMA E CHI LI ODIA.

CHI ORMAI PENSA CONTRATTO COME LE PAROLE CHE SCRIVE, CHI SOSTIENE INVECE CHE HANNO ROVINATO LA SCRITTURA.

NOI APPREZZIAMO LA NASCITA DEI MESSAGGI PERCHE’ CI HANNO REGALATO EMOZIONI (VI RICORDATE IL PRIMO CHE AVETE MANDATO/RICEVUTO?) E CONTINUANO A REGALARCELE FACENDO NASCERE PROGETTI COME:

ICHAT BLOG

MA SOPRATTUTTO COME

TEXT FROM LAST NIGHT

(DATEVI UN OCCHIO ALLA SELEZIONE DEI PEGGIORI OF ALL TIME)

CIAO C VEDIAMO DP @ LA FESTA NN PAKKARE XXX

:lol:   :oops:   :twisted:   :-P