IMPARA A PARLARE COME AL CAPONE – LO SLANG DEGLI ANNI ’20

TRA LE PAGINE DEL NOSTRO BLOG  LO SLANG E’ UTILIZZATO ABBESTIA, SIA QUELLO AMERICANO SIA QUELLO ITALIANO/MILANESE, SIA MISCHIANDO L’UNO E L’ALTRO DANDO FORMA AD ESPRESSIONI CHE SOLO NOI CAPIAMO TIPO: TOP KAPI, RIGGAH E SOUNDCLAUDIO. MA LO SLANG E’ VECCHIO COME E’ VECCHIA LA PAROLA.

PURE GLI EGIZI SECONDO NOI ALL’OMBRA DELLE PIRAMIDI SI DICEVANO: “OH BELLA ZIO FUMIAMOCI UN PAPIRO CHE C’HO DELLA ROBA ARRIVATA DALLE FOCI DEL NILO CHE TI FA VEDERE IL DIO ANUBI”.

COMUNQUE FACCIAMO UN SALTO IN AVANTI DI QUALCHE SECOLO E ARRIVIAMO IN U.S.A. NEGLI ANNI ’20, QUINDI: PROIBIZIONISMO, GANGSTERS COI MITRA E DONNE CHE BALLANO IL BEBOP IN PAILLETTES.

SU QUESTA PAGINA CHE SEMBRA WIKIPEDIA MA NON E’ CI SONO TUTTE LE ESPRESSIONI IN SLANG DI QUEGL’ANNI DIVISE LETTERA PER LETTERA. METTI CHE TI FAI UNA FESTA IN MASCHERA E TI VESTI DA AL CAPONE ALMENO PARLI BRAVO COME PARLAVANO A QUEL TEMPO O MAGARI TROVI UNA DELOREAN CON DOC DENTRO E TI FAI UN BEL VIAGGIO NEL FUTURO, CIOE’ NEL PASSATO MA HAI CAPITO, COSI’ APPENA ARRIVI TI FAI CAPIRE SUBITO DALLA GENTE GIUSTA, ENTRI NEL GIRO CHE CONTA E STAI SICURO CHE NON FINISCI IN ACQUA COI PIEDI DI CEMENTO SOTTO IL PONTE DI BROCCOLINO.

LE ESPRESSIONI CHE CI PIACIONO DI PIU’ SONO:

DISH: USATO PER DESCRIVERE UNA BELLA RAGAZZA, TIPO: “OGGI PER PRANZO MI SONO FATTO UN BEL PIATTO FRAH”

DUTCH: CHE VOLEVA DIRE ESSERE NEI CASINI, E SUONAVA TIPO: “OUH ZII SONO TROPPO IN OLANDESE”

FOG: CHE ERA “SPARARE”, IMMAGINATEVI LA FRASE: “FIGLIO DI TROIA SE FAI UN PASSO TI NEBBIO”

IN QUESTE FOTO SONO RITRATTI DEI CRIMINALI, SONO AUSTRALIANI NON AMERICANI, PERO’ VOLEVAMO SALUTARE FORTE LIMONE CHE STA A BONDI BEACH A FARE IL CRIMINALE SICURO.

QUESTO POST E’ STATO SCRITTO SOTTO L’EFFETTO DI PAPIRI.

CHAO.

P COME PLAYTOWIN

http://wiki.white-wolf.com/camwiki/index.php?title=1920%27s_Slang