DISEGNATI LA PIZZA E POI MANGIATELA BY JONAS LUND

NO, NON E’ COME ORDINARSELA

L’ARTISTA JONAS LUND SETTIMANA SCORSA A NEW YORK HA FATTO DISEGNARE LA PIZZA CHE HAI SEMPRE SOGNATO SU DELLE TELE VIRTUALI A FORMA DI PIZZA E POI LE HA FATTE STAMPARE, OPS PARDON, CUCINARE AL FORNO.

LA JENTE DISEGNAVA PATTERN CRESY SULLE PIZZE, POI QUELLI CHE ERANO AL FESTIVAL E CHE DICEVAMO “MMM CHE BUONA” LA ORDINAVANO, LA SITUAZIONE ERA FATTA IN COLLABO CON UNA PIZZERIA LI DI FRONTE CHE RICEVUTO L’ORDINE TI CUCINAVA LA PIZZA PROPRIO COME L’AVEVI DISEGNATA.

POI TU CHE ERI L’ARTISTA TI BECCAVI IL 50% DEL COSTO DELL’OPERA DOPO AVER PAGATO NATURALMENTE IL PIZZAYOLO CHE CI AVEVA MESSO IL MATERIALE.

ARTE? CUCINA ARTISTICA? ARTE CUCINISTICA?

STICA

L’IDEA ARRIVA DA UN’ALTRA IDEA, SEMPRE DI JONAS LUND.

PRATICAMENTE AVEVA APERTO QUESTO SITO, DOVE CHIUNQUE DISEGNAVA COSE A CASO E APPENA AVEVI FINITO, IL TUO SCARABOCCHIO VENIVA MESSO IN VENDITA ON LINE.

PECCATO CHE SU 3500 “OPERE” NE HA VENDUTE SOLO 3, UNA TRA L’ALTRO DI RAFAËL ROZENDAAL, QUINDI HA DECISO DI SPOSTARE IL TUTTO DALLA RETE ALLA PIZZA.

PARE GLI SIA ANDATA UN PO’ MEGLIO

ADESSO LE FRASI DI CIRCOSTANZA PER CHI MASTICA (AHAHAH) ARTE:

E’ FIGO PERCHE’ COSI’ LA GENTE PARTECIPA ATTIVAMENTE, L’OPERA PRENDE VITA, L’ARTE NON E’ POI COSI’ DISTANTE DALLA VITA REALE, SIAMO TUTTI ARTISTI, SAREBBE FIGO SE SI POTESSE ORDINARE SEMPRE UNA PIZZA CUSTOMIZZATA E L’ARTE E’ DAPPERTUTTO

SI, OK ABBIAMO MESSO TUTTO

QUA TI DISEGNI LA TUA PIZZA, POI FAI UNO SCREENSHOT E PORTALA DALL’EGIZIANO DI FIDUCIA E VEDI CHE TI DICE

CIAO NAPOLI