NUL #1 / 20 FOTO REPORT


IN UNA MILANO DOVE I LOCALI SONO SEMPRE GLI STESSI, SPESSO SCATOLE VUOTE DA RIEMPIRE, NUL PARTE DA ZERO E SI COSTRUISCE UN PROPRIO HABITAT FORMATO DA QUEL TIPO DI GENTE CHE L’ANNO SCORSO SI RITROVAVA UNA VOLTA AL MESE AL PLASTIC E ANCORA PRIMA VIETNAM E URANIA, AFFASCINATI DAI LUOGHI SEGRETI, LA SITUAZIONE, IL FUMO – QUELLO DELLA MACCHINA DEL FUMO – E ANCHE DALLA MUSICA. PERCHE’ SE TUTTO QUESTO FUNZIONA E’ MERITO ANCHE DELLA SCELTA MUSICALE CHE STA ALLA BASE DI TUTTO, ANCHE DI UN CERTO TIPO DI EDUCAZIONE PER LE NUOVE GENERAZIONI. E TUTTO QUESTO E’ UN BENE.

SABATO SIAMO STATI AL BARRIO’S, IN BARONA, LUOGO CHE ALCUNI CONOSCEVANO GIA’, MA FUORI DAL GIRO DI QUEI SOLITI CLUB, INFATTI IL BARRIO NON E’ UN CLUB E SULL’INSEGNA C’E’ ANCORA SCRITTO LA PAROLA “CAFE’”. CORAGGIOSA QUINDI LA SCELTA DI PORTARE UN OSPITE INTERNAZIONALE COME FEARLESS E UN OTTIMO LIVE COME QUELLO DELLA GIOVANE ITALIANA PETIT SINGE, CRONO (OBV) E VEDERE CHE TUTTO GIRA BENE, LA GENTE FUORI FA BALLOTTA, LA GENTE DENTRO BALLA E TUTTO SCIVOLA VIA IN UN SABATO CHE CHIUDE CON UN MESSAGGIO PRECISO QUESTA MILANO FASHION WEEK.

QUALE MESSAGGIO? PENSACI, CI PUOI ARRIVARE DA SOLO.

GUARDATI LE FOTO. IN BIANCO E NERO PERCHE’ OGGI VA COSI’.

VIENI DENTRO