Ptwschool

beat


“FRICATISM”, IL NUOVO ALBUM DI FRICAT È UN INNO ALL’IMBASTARDIMENTO


DA UNO COME FRICAT, NON POTEVAMO ASPETTARCI ALTRO CHE UN ALBUM “MANIFESTO”. PER CHI NON LO SAPESSE ANCORA, FRICAT È UNA COSTOLA AUTONOMA DEGLI APES ON TAPES, CHE HA PRESO UNA TANGENTE E HA CREATO UN SUO PERSONALE MODO DI VIVERE E L’HA TRADOTTO IN MUSICA. “FRICATISM” È UN VERO E PROPRIO MANIFESTO SUDDIVISO IN 9 TRACCE NELLE QUALI TROVIAMO BEN SPIEGATI I FONDAMENTI DEL FRICATISMO OVVERO DELL’”IMBASTARDIMENTO FERTILE E GIOIOSO”. PERCUSSIONI, CORI QUASI SCIAMANICI, VOCI TALMENTE TAGLIATE CHE PRONUNCIANO SUONI INVECE CHE PAROLE, RITMI RIPETITIVI E PERSUASIVI, TUTTO QUESTO È STATO MESSO INSIEME PER FARCI RITORNARE AD UNO STATO GREZZO CHE CI SPORCA SEMPRE DI PIÙ DOPO AD OGNI ASCOLTO.

LE TRACCE HANNO COME SCOPO PROPRIO L’INVOLUZIONE, L’INCATTIVIMENTO, IL RITORNARE UN PO’ PIÙ ANIMALI, CHE POI È QUELLO CHE SUCCEDE OGNI VOLTA CHE CI RITROVIAMO A BALLARE AL BUIO, IN QUALSIASI POSTO DOVE CI SIANO DELLE CASSE, DOVE CONTA MOLTO DI PIÙ COME TI MUOVI CHE COME PARLI, VISTO CHE I VOLUMI AZZERANO LA CONVERSAZIONE. ECCO CHE IL FRICATISMO ARRIVA IN SOCCORSO COME CURA AI GRANDI MALI DELLA MODERNITÀ, DOVE SI STRAPARLA E SI AGISCE SOLO NELLA REALTÀ VIRTUALE. SVELATO QUINDI ANCHE IL PERCHÉ DELLA SCELTA DI FRICAT DI NON METTERE NESSUNA PAROLA BEN SCANDITA E RICONOSCIBILE NEL SUO ULTIMO LAVORO. UN PO’ COME PER DIRE: NON ASCOLTARE, C’È POCO DA CAPIRE, MUOVITI E BASTA.

VIENI DENTRO


SONAMBIENT TORNA CON UN NUOVO ALBUM “SLOW LIGHT”


SONAMBIENT È FRIULANO E IERI È USCITO IL SUO SECONDO ALBUM “SLOW LIGHT”. HA INCOMINCIATO A SCRIVERLO NEL 2014  A TORINO E L’HA FINITO ADESSO CHE VIVE A LONDRA, NEL MEZZO TANTISSIMI LIVE IN GIRO PER L’ITALIA. QUESTI DUE ANNI DI PREPARAZIONE SI SENTONO, L’ALBUM INFATTI NON È OMOGENEO, NON SUONA UGUALE DALL’INIZIO ALLA FINE ED È TIPICO DI QUEI LAVORI CHE RICHIEDONO TANTO TEMPO PER ESSERE FINITI. IN DUE ANNI DI COSE NE SUCCEDONO, ANCHE MOLTO DIVERSE TRA DI LORO, ECCO PERCHÉ OGNI TRACCIA PARE RACCONTARE UNA STORIA OGNI VOLTA DIFFERENTE. SI PASSA DAI BEAT SCOMPOSTI, A QUELLI DRITTI DA DANCEFLOOR, MA IL NOSTRO MOMENTO PREFERITO È QUANDO PARTE LA TRACCIA NUMERO 3 “BETTER NEVER” CHE CON QUELL’ATMOSFERA CHE RICORDA LA DRUM AND BASS MA PIÙ RILASSATA GRANZIE ANCHE A QUELLA VOCE STESA AD HOC SUL BEAT. 

VIENI DENTRO


È FUORI IL PRIMO LAVORO DEI FUDGE AKA PREFUSE 73 & MICHAEL CHRISTMAS


L’ALBUM DEI FUDGE, OVVERO PREFUSE 73 E MICHAEL CHRSITMAS,  SI CHIAMA “LADY PARTS” ED È USCITO QUESTO VENERDÌ. DEI FUDGE TE NE AVEVAMO PARLATO A FINE GIUGNO QUANDO SFOGLIANDO INTERNET UN DISEGNO DI UNA DONNA STILIZZATA E CON DELLE GRANDI TETTE CI AVEVA FATTO FRENARE LO SCROLL INFINITO DI INSTAGRAM. ERA PROPRIO LA COPERTINA DI “LADY PARTS” DISEGNATA DAL GRANDISSIMO TODD JAMES AKA REAS (CHE AVEVAMO VISTO QUALCHE TEMPO FA IN MOSTRA ALLA GALLERIA PATRICIA ARMOCIDA DI MILANO). A FINE GIUGNO TI AVEVAMO FATTO ASCOLTARE SOLO UN BRANO ADESSO SU SPOTIFY È ARRIVATO TUTTO L’ALBUM CHE MERITA TANTISSIMO.

VIENI DENTRO


WASBRIDGE CHRONICLES PRESENTA: DIOGENES – DON’T BE MOODY / XXXCLUSIVE


(ARTWORK UMBERTO STAILA)

DIOGENE È STATO UN FILOSOFO GRECO ANTICO, ERA CONOSCIUTO COME IL “SOCRATE PAZZO” O IL “CINICO” E QUESTO CE LO FA STARE SIMPATICO. SU WIKIPEDIA ABBIAMO TROVATO UNA SUA RISPOSTA AD ALESSANDRO MAGNO CHE GLI CHIESE DI PRESENTARSI DOPO AVERGLI DETTO CHE LUI ERA ALESSANDRO MAGNO, IL GRAN RE. DIOGENE DISSE CHE ERA UN CANE, “FACCIO LE FESTE A CHI MI DÀ QUALCOSA, ABBAIO CONTRO CHI NON DÀ NIENTE E MORDO I RIBALDI.” E ALESSANDRO MAGNO MUTO. 

DIOGENE ERA UN CINICO, DISTRUGGEVA TUTTO E TUTTI, DISSACRATORE, MORALISTA E VAGABONDO. ANDAVA IN GIRO PER ATENE CON UNA LANTERNA IN MANO IN CERCA DELL’UOMO E QUANDO TUTTI SI FACEVANO PROBLEMI, LUI SEMPLIFICAVA TUTTO, NEGANDONE L’ESISTENZA. ADESSO NON SAPPIAMO SE DIOGENES NEL SUO EP È IN CERCA DI QUALCOSA O QUALCUNO, MA CON IL TITOLO “DON’T BE MOODY” CERCA DI SICURO DI FORNIRTI UNA CURA ALL’ESSERE TROPPO CINICO, O ALMENO CI PROVA, REGALANDOTI QUATTRO TRACCE CHE PUNTANO A FARTI RILASSARE E SEMPLIFICARTI LA GIORNATA. CE NE SONO QUATTRO, OGNUNA CON UN MOOD DIVERSO ED UN TITOLO CHE TE LI SPIEGA. COSÌ PUOI SUONARLI QUANDO TI SENTI “BLUE”, “SAD”, “UPSET” O “OVERWHELMED”.

VIENI DENTRO


ECCO I REMIX DEGLI INSULTI DI ACHILLE LAURO


SECONDO UPDATE CON I NUOVI REMIX

SABATO SCORSO È SUCCESSO CHE ACHILLE LAURO STAVA CANTANDO AD UN SUO CONCERTO E GLI SONO ARRIVATI DEI CUBETTI DI GHIACCIO IN FACCIA. LUI SI È INCAZZATO E HA INCOMINCIATO AD OFFENDERE QUELLO CHE GLIELI AVEVA TIRATI. IL TUTTO CON MIC ACCESO E AUTOTUNE INSERITO. L’EPISODIO È DIVENTATO SUBITO LEGGENDA. LO SWAGGETTO HA CONDIVISO IL VIDEO ( E HA FATTO PURE UN REMIX LAMPO) OTTENENDO MILLE MILA CONDIVISIONI, RAPBURGER PURE, INSOMMA LA VOCE È CIRCOLATA. INSIEME AD ESSA QUALCUNO HA SUBITO IPOTIZZATO DI PRENDERE QUELLE FRASI EFFETTATE E FARCI UN CANZONE, PERCHÉ IN EFFETTI MERITANO UN SACCO. NOI ABBIAMO CHIAMATO IN CAUSA TUTTI I BEAT MAKERS E PRODUCERS CON UN POST INVITANDO A METTERSI ALL’OPERA E PRODURRE QUALCHE TRACCIA CON LA VOCE DI ACHILLE LAURO INCAZZATO E, TRA QUELLI CHE GIÀ CI STAVANO LAVORANDO E QUELLI CHE HANNO INIZIATO DOPO AVER LETTO IL POST, DOBBIAMO DIRE CHE CE NE SONO GIÀ UN BEL PO’. ALCUNI PURE MOLTO BELLI.

TE LI ABBIAMO MESSI IN FILA.

VIENI DENTRO


“THE MIGHTY JOE YOUNG” IL NUOVO PROGETTO DI DUE TERZI DEGLI APES ON TAPES


A PONTEDERA AKA WASBRIDGE C’È UN POSTO DOVE NASCONO IDEE A PROFUSIONE ED È LA CASA DI JOE ANTANI, MEMBRO DEGLI APES ON TAPES. BAGNO, CUCINA E DUE CAMERE. UNA È PRATICAMENTE UNO STUDIO: MICROFONI, MIXER, COMPUTER, CASSE, GIRADISCHI, SCHERMI, QUALCHE DIVANO E TANTI STRUMENTI PER LA RICREAZIONE MENTALE. SEDUTO SULLA SUA POLTRONA, JOE ANTANI DA ANNI LASCIA LA PORTA APERTA A CHI ABBIA VOGLIA DI PORTARE UN CONTRIBUTO CREATIVO E MUSICALE, SE NE PARLA E SI CERCA DI METTERLO IN PRATICA. COSÌ DA LUI PASSANO A RAGIONARE VECCHIE E NUOVE FIGURE, C’È CHI REPPA, CHI PRODUCE, CHI SCRATCHA E CHI VA A FARE SEMPLICE RICREAZIONE. DA UNO DI QUESTI MOMENTI DI PURO BENESSERE PARE SIA NATO QUESTO NUOVO PROGETTO TRA LUI E DYAMI YOUNG, CHE INSIEME A SHAPKA SONO APPUNTO GLI APES ON TAPES.

LA PAGINA FACEBOOK È NATA IERI, E SUBITO DOPO POCHI LIKE HANNO FATTO USCIRE UN VIDEO DEL LORO PRIMO PEZZO FATTO INSIEME. MAGARI SE AUMENTIAMO IL NUMERO DEI POLLICI IN SU CI DICONO PURE SE E QUANDO ESCE IL LORO LAVORO INTERO.

VIENI DENTRO


ARRIVANO I CALZINI COMMEMORATIVI DI J DILLA


IL 10 FEBBRAIO SI CELEBRA IL DECIMO ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DI J DILLA, PADRE ARTISTICO DELLA QUASI TOTALITÀ DEI PRODUCER BEAT IN GIRO PER IL MONDO. STANCE.COM HA DECISO DI RENDERGLI  OMAGGIO REALIZZANDO UN NUMERO LIMITATO (1000 PAIA) DI CALZINI.

VIENI DENTRO


FRESCHEZZE X BABYLON RADIO 2: ODEENO – WAKEMAN


SABATO SERA SIAMO ANDATI COME AL SOLITO DA BABYLON RADIO 2 CON LE NOSTRE FRESCHEZZE, IL CASO HA VOLUTO CHE LA NOSTRA SCELTA INCROCIASSE CASUALMENTE IL MONDO DEL CALCIO. ODEENO, IL PROTAGONISTA DI QUESTA SETTIMANA,  ARRIVA DA NAPOLI CHE PROPRIO SETTIMANA SCORSA È STATO PROCLAMATO CAMPIONE D’INVERNO. ANCHE ODEENO, COME IL NAPOLI, È ARRIVATO AL PRIMO POSTO TRA LE NOSTRE SCELTE PERCHÈ HA FATTO USCIRE UN NUOVO BEAT TAPE CHIAMATO “PUZZLEE” E SICCOME SIAMO DEGLI AMANTI DEL BEAT, DEL PRODOTTO ITALIANO E ANCHE DI NAPOLI NON POTEVAMO NON FARLO ASCOLTARE A L’ITALIA TUTTA.

“PUZZLEE” SINTETIZZA IL LAVORO DI OGNI PRODUCER, CHE STACCA PEZZI DI CANZONE PER POI RIMETTERLI INSIEME IN UNA NUOVA, CAMBIANDONE IL SIGNIFICATO MA ALLO STESSO TEMPO GLIENE DONA UNO NUOVO. COMPORRE UN BEAT È COME GIOCARE CON UN PUZZLE E QUESTO È ANCHE IL LAVORO DI ODEENO.

VIENI DENTRO


APES IN TAPES – PLASMON / VIDEO


GLI APES ON TAPES ERANO A SUONARE A MILANO PROPRIO POCHI GIORNI FA AL MILANO FILM FESTIVAL. GLI HANNO AFFIDATO UN ORARIO UN PO’ PACCO, LE 19.00. LORO SONO SALITI SUL PALCO CON LA SOLITA ENERGIA DI SEMPRE E SONO RIUSCITI LO STESSO A SCUOTERE UN PARCO SEMPIONE PIENO DI GENTE DI PASSAGGIO ANCORA TROPPO SCOSSA DALLA GIORNATA AL LAVORO. 

HANNO SUONATO ANCHE QUESTO PEZZO DOVE AL MIC C’È DYAMI, IL GIGANTE BUONO MEZZO AMERICANO E MEZZO DI LIVORNO, CHE PER UN ATTIMO HA LASCIATO GLI SCRATCH E GLI EFFETTINI PER FAR CAPIRE A TUTTI QUANTO SPACCA PURE CON LE RIME.

VIENI DENTRO


BEAT SOUP PRESENTA: “PATTINO” FEAT EMSHI


LA SCENA NON VA MAI IN VACANZA, O MEGLIO CI VA, MA SI PORTA GLI STRUMENTI DEL MESTIERE DIETRO.

PERCHÈ LA SCENA È VIVA E GODE DI OTTIMA SALUTE, BASTA VEDERE COSA SUCCEDE SU QUESTO PATTINO.

QUELLI CHE HANNO AFFITTATO IL PEDALÒ SI CHIAMANO BEAT SOUP E SONO UN DUO DI PRODUCER ITALIANO CON LA FISSA DELL’HIP HOP E DEI BEAT. OLTRE A PRODURRE HANNO CREATO UN FORMAT CHE SI CHIAMA “CAFFETTINO” AKA TELECAMERA PIAZZATA DAVANTI AD UN DJ/PRODUCER CHE FA LE SUE COSE DAVANTI AD UN PO’ DI PERSONE CHIAMATE CON LA SCUSA DI UN CAFFÈ INSIEME.

PATTINO È LO SPIN OFF ESTIVO, IL PROTAGONISTA È IL SUPERLATIVO EMSHI, CHE HA DA POCO FATTO USCIRE UN TAPE DEDICATO AL SANTO PROTETTORE DEI BEAT MAKERS, JAY DILLA.

NON CI SONO CAFFÈ, MA MOJITOS, QUALCHE TIPA, IL TRAMONTO, IL MARE E I BEATS.

VIENI DENTRO

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico e non rappresentano prodotto editoriale ex L.62/2001.

© Ptwschool