REVIEW: MASSIMO DI LENA – HARDLIFE


SI CONTANO SULLE DITA DI UNA MANO I PRODUTTORI HOUSE/ TECHNO ITALIANI CHE ULTIMAMENTE CI FANNO DIRE “WOW”.

MASSIMO DI LENA E’ UNO DI QUELLI.

ESCE A GIORNI  “HARDLIFE” IL SUO NUOVO LAVORO VINYL ONLY SU EARLY SOUNDS: 4 TRACCE SPORCHE, LONTANE DAI PERFEZIONISMI TEDESCHI, MA CHE STRIZZANO L’ OCCHIO AL REPERTORIO ANNI 90 INGLESE, PROPRIO QUEI NOVANTA CHE SONO RIENTRATI IN CLASSIFICA OVUNQUE DOPO L’EGEMONIA BERLINESE, PORTATI DI NUOVO AL TOP DA GENTE CHE IN QUEI NOVANTA AVEVA FORSE APPENA UNA DECINA DI ANNI, MA CHE PROBABILMENTE NON SI SONO PERSI UNA LEZIONE DI STORIA DELLA MUSICA.

MASSIMO DI LENA E’ DI NAPOLI, MA ALMENO NELLE SUE ULTIME PRODUZIONI, PARE LOCALIZZATO OLTREMANICA. SE NON TE LO SEI SENTITO SABATO SERA SU BABYLON RADIO2 (QUA TI SCARICHI LA PUNTATA DEL 26 GENNAIO) , QUANDO LO ABBIAMO PORTATO A FARE UN GIRO DENTRO GLI STUDI DELLA RAI, ALLORA NON TI RIMANE CHE ASCOLTARTELO QUA.

VIENI DENTRO