Ptwschool

review


L’ULTIMO ALBUM DEI MAJID JORDAN: “THE SPACE BETWEEN” [OVO SOUND]


“THE SPACE BETWEEN” NON È UN ALBUM.

È PORTARE FUORI LA PROPRIA RAGAZZA (MA NON PER FORZA LA PROPRIA), ANDARE IN UN BEL RISTORANTINO, BERE VINO COSTOSO, REGALARLE UN GIOIELLO (OVVERO QUELLA PERLA CHE È IL PEZZO CON PARTYNEXTDOOR), SALIRE A CASA DI LEI PER “UN CAFFÈ” E FINIRE A LETTO A FARE L’AMORE PIÙ SENSUALE ED EROTICO CHE SI POSSA IMMAGINARE.

VIENI DENTRO


DUE RIGHE SU “THE OOZ”, L’ULTIMO ALBUM DI KING KRULE


PERCHÉ DI DUE RIGHE SI TRATTA, DAL MOMENTO CHE PER PARLARE CON ADEGUATA PERIZIA DELL’ULTIMO LAVORO DEL GIOVANE ARCHY BASTEREBBE FORSE UN SAGGIO, MEGLIO UN LIBRO. COME TUTTI IMMAGINO SAPPIATE, SETTIMANA SCORSA È USCITO “THE OOZ”, SECONDO DISCO DI KING KRULE, A DISTANZA DI QUATTRO ANNI DA QUELLA MINA CHE È “6 FEET BENEATH THE MOON”.

L’ALBUM È STATO SUBITO MESSO DA TUTTI SU UN PIEDISTALLO (PITCHFORK GLI APPIOPPA UN BEL 9/10), TANTO DA FAR SORGERE IL DUBBIO CHE NON SIA STATO NEANCHE ASCOLTATO DAI PIÙ (OPS, MI È SCAPPATO, NDR). EPPURE FIN DAL PRIMO ASCOLTO SI CAPISCE CHE “THE OOZ” È UN ALBUM CHE VA PRIMA ASSAGGIATO, POI INGURGITATO E INFINE DIGERITO.

VIENI DENTRO


ITALIANO MEDIO, IL PRIMO FILM DI MACCIO CAPATONDA / REVIEW BY A. PAGANO


MACCIO CAPATONDA E’ IL LUIGI PIRANDELLO DEI MILLENNIALS (COME DITE VOI DEL “MARKETING”).

OK L’HO DETTO, VOI NON POTETE SAPERE QUANTO BENE IO VOGLIA A PIRANDELLO, MA DA QUI NON SI TORNA INDIETRO, FORSE. 

ORA LE OPZIONI SONO: A) PROPORVI UN’ARGOMENTAZIONE “SENSATA” PER CORROBORARE LA PROVOCAZIONE B) CERCARE DI IMPORVI LA MIA TESI CITANDO ALCUNI – CHIRURGICI – PARALLELISMI FRA L’OPERA DEI DUE AUTORI C) TROLLARVI PER TUTTO L’ARTICOLO E SPERARE CHE RIFLETTIATE AUTONOMAMENTE SUL SENSO DELLA VOSTRA VITA C.1) SCUSARMI CON GIGI.

VIENI DENTRO


SOPHIE – BIPP / ELLE (((REVIEW BY NOBEL)))


PRIMA DI ASCOLTARLO SUBITO MI HA COLPITO LA FRASE “EASYJET GENERATION”

MAGARI PER LA SOFIA È SEMPLICEMENTE UNA FRASE SIMPATICA..MAGARI NO.

IL PUNTO È CHE QUESTA FRASE RISPECCHIA A PIENO IL PRIMO SINGOLO DI SOPHIE BIPP / ELLE OUT NOW ON NMBRS

VIENI DENTRO


LUKID X BOILER ROOM / LIVE SHOW


FACCIAMO UN PASSO INDIETRO DI QUALCHE GIORNO E ANDIAMO A VEDERE E AD ASCOLTARE IL LIVE SET DI LUKID ALLA BOILER ROOM LONDINESE. NON UN LIVE SET QUALUNQUE, NON UN LIVE SET DA ASCOLTARE DI PRIMA MATTINA, A MENO CHE TU NON VOGLIA TORNARE A LETTO A SOGNARE.

VIENI DENTRO


I DAFT PUNK DANNO LAVORO A UN SACCO DI GENTE / FEAT. G.QUAGLIANO


E’ IL 30 APRILE 2013 SONO LE 15:03 E SONO SEDUTO IN UNA SALA RIUNIONE DELLA COLUMBIA/SONY MUSIC ITALIA , DOVE MI TROVO PER ASCOLTARE IN ANTEPRIMA IL DISCO DEI DAFT PUNK, RANDOM ACCESS MEMORIES, CHE SARA’ PUBBLICATO IL PROSSIMO 21 MAGGIO.

(FINE PARTE ISTITUZIONALE)

VIENI DENTRO


LE STREGHE DI SALEM / REVIEW BY A.PAGANO


LO SCORSO DICEMBRE MI RECAI A BOLOGNA PER UNO DEI RARISSIMI LIVE ITALIANI DI ROB ZOMBIE (PER L’OCCASIONE SPALLEGGIATO DAL “TWIN OF EVIL” MARILYN MANSON). TRAMITE RACCOMANDAZIONI ANCORA POCO CHIARE RIUSCII AD OTTENERE UN PASS BACKSTAGE: LA SCUSA UFFICIALE ERA AZZARDARE UN’INTERVISTA “BOOTLEG” A MANSON, MENTRE LA REALE INTENZIONE ERA QUELLA DI RIUSCIRE A SCAMBIARE DUE TIMIDISSIME PAROLE CON ROB, DA ALCUNI DENIGRATO PER IL SUO “SOUTHERN INDUSTRIAL” DOZZINALE, DA MOLTI ACCREDITATO COME CARDINE DEL NUOVO HORROR D’AUTORE.

OVVIAMENTE DOPO IL CONCERTO NESSUNA TRACCIA DI ZOMBIE (GIA’ TELETRASPORTATOSI IN ALABAMA, CON TUTTA PROBABILITA’), E LE PIU’ NOBILI INTENZIONI CINEFILE FURONO SURROGATE DA UN BORIOSO AFTERSHOW CON TWIGGY RAMIREZ E IL RESTO DELLA BAND STRAIGHT EDGE (SI’, AVETE CAPITO BENE) DEL REVERENDO.

VIENI DENTRO


DJANGO UNCHAINED / REVIEW BY A.PAGANO


IERI SONO ANDATO A VEDERE DJANGO UNCHAINED CON TUTTE LE BUONE INTENZIONI DI RECENSIRLO SECONDO IL BON TON DELL’ESTABLISHMENT CINEMATOGRAFICO, POI SONO ACCADUTE UN PAIO DI VICESSITUDINI CHE MI HANNO CONVINTO A PARLARNE IN MODO CRESI SU PTW.

ROBE TIPO LUNGHISSIME DIATRIBE SCATURITE DA QUESTA FOTO DI OBAMA E CONSORTE, CHE HA INFUOCATO GLI ANIMI SOCIAL PER LA TUTELA DEI FRATELLI NERI CONTRO I MEME SULLE BANANE E IL POLLO FRITTO. ESTENUANTI MA DISCIPLINATI FLAMES CHE MI HANNO APERTO GLI OCCHI RIGUARDO AI DUE PIU’ PREZIOSI MESSAGGI DI DJANGO, OSSIA:

“GLI AFROAMERICANI TI FANNO BRUTTO E NON SONO PIU’ UNA CATEGORIA PROTETTA”,

“RICK ROSS QUI C’AZZECCA PIU’ DI MORRICONE”.

VIENI DENTRO


REVIEW: GODBLESSCOMPUTERS – FREEDOM IS O.K.


LO VEDREMO USCIRE IN VINILE IL 21 DICEMBRE, PER GLI AMANTI DEL DIGITALE INVECE IL 14, E’ L’ULTIMO LAVORO DELL’ITALIANO GODBLESSCOMPUTERS DI RITORNO DAL SUO PERIODO BERLINESE DEL QUALE PARE ESSERSI PORTATO DIETRO SOLO L’ETICHETTA CHE GLI PRODUCE QUESTO EP, LA EQUINOX.

OGNI TRACCIA INFATTI TRASUDA CALORE E SENTIMENTALISMO, CARATTERISTICHE INNATE NEL DNA DI OGNI BUON ITALIANO CHE SI RISPETTI. LE CILIEGINE SUL DOLCE SONO I DUE REMIX CHE CHIUDONO L’EP CONSEGNATI DALLE MANI DI B-JU, PALADINO DELLA ERROR-BRODCAST E DIGI G’ALESSIO IL RE MINA DEI PRODUCER ITALIANI.

VIENI DENTRO


MIXPAK PRESSURE: VOLUME ONE (((REVIEW BY NOBEL)))


ESCE DOMANI E PUNTUALE COME UN ITALO ARRIVA UNA NUOVA RECENSIONE DI NOBEL. LA RELEASE E’ QUESTA POTENTE COMPILATION CHE VEDI SOPRA E SOTTO, MIXPAK PRESSURE: VOLUME ONE

TI RICORDIAMO LA LEGGENDA DEI VOTI: DJ SET E’ QUANTO E’ SUONABILE A UNA SERATA, SWAG E’ QUANTO E’ SUONABILE IN MACCHINA COL FINESTRINO ABBASSATO A TUTTO VOLUME, E SCOPARE E’ QUANTO E’ SUONABILE IN MACCHINA COL FINESTRINO SU MENTRE FAI BUTTALO ’66 CON LA TUA LADY. GOT IT?

INIZIA AD ASCOLTARE. VAI OLTRE PER LA RECENSIONE.

VIENI DENTRO

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico e non rappresentano prodotto editoriale ex L.62/2001.

© Ptwschool