ABBIAMO INTERVISTATO RUGGERO PIETROMARCHI DI TERRAFORMA

MANCA POCO ALLA SECONDA EDIZIONE DI TERRAFORMA, IL FESTIVAL CHE L’ANNO SCORSO È STATO UNA PIACEVOLE NOVITÀ IN UNA MILANO UN PO’ STATICA. COSÌ COME PER LA PRECEDENTE EDIZIONE ABBIAMO FATTO CON DARIO NEPOTI, UNO DEI TRE FONDATORI DI THREES (L’ASSOCIAZIONE NO PROFIT DIETRO QUESTO PROGETTO) CI SIAMO FATTI CHIARIRE LE IDEE SU QUESTA SECONDA EDIZIONE CON QUALCHE DOMANDA PRIMA DI TRASFERIRCI NEL PARCO DI VILLA ARCONATI DAL 12 AL 14 GIUGNO.

SIAMO ANDATI A TROVARE RUGGERO PIETROMARCHI, ALTRA MENTE PENSANTE DIETRO IL FESTIVAL, NELLA CASA-UFFICIO DOVE LA PRODUZIONE DI TERRAFORMA STA FACENDO GLI ULTIMI RITOCCHI AL FESTIVAL E LO ABBIAMO MESSO IN POSA E ALLA PROVA.

PTWSCHOOL: CIAO RUGGERO, L’ANNO SCORSO TERRAFORMA È STATA UNA BELLISSIMA NOVITÀ E PER QUEST’ANNO CI SONO UN SACCO DI ASPETTATIVE. CI PUOI DIRE SE E COSA TROVEREMO DI NUOVO IN VILLA ARCONATI DAL 12 AL 14 GIUGNO?

R.P.: TRATTANDOSI DI UNA SECONDA EDIZIONE NON SIAMO IN CERCA DI GRANDI NOVITÀ, PIUTTOSTO DI CONFERME E MIGLIORAMENTI. IN QUESTO SENSO IL PROGRAMMA MUSICALE DEL FESTIVAL SEGUE ABBASTANZA IL FILO DELLO SCORSO ANNO, SALVO QUALCHE NOTA MAGGIORMENTE DANCE-ORIENTED A NOTTE FONDA. ABBIAMO INVECE INCREMENTATO LE ATTIVITÀ DIURNE DI WORKSHOP & LECTURES, CHE SARANNO OSPITATE PERLOPIÙ NELLA NUOVA STRUTTURA “TROPPOTONDO”, PROGETTATA DA STUDIO ZARCOLA E REALIZZATA TRAMITE UN WORKSHOP DI STUDENTI. CI SIAMO QUINDI CONCENTRATI NEL PORTARE AVANTI IL PROGETTO DI SOSTENIBILITÀ, REALIZZANDO QUESTA STRUTTURA E RIQUALIFICANDO UN’ALTRA AREA BOSCHIVA IN MODO CHE DIVERSE TENDE DEI CAMPEGGIATORI SI POSSANO DISPORRE ALL’OMBRA.

PTWSCHOOL: LA LINE-UP È RICCA E INTERESSANTE, MA CON QUALCHE NOME NON ESTREMAMENTE CONOSCIUTO (ALMENO PER NOI). CI PUOI DARE I TUOI CONSIGLI SU CHI VEDERE ASSOLUTAMENTE O SE CI SARÀ QUALCHE PERFORMANCE PARTICOLARE DA NON PERDERE?

R.P.: NON È AFFATTO SEMPLICE UN CONSIGLIO DEL GENERE! CONSIDERANDO LA VARIETÀ DEI GENERI DI SOLITO ME LA CAVO INTUENDO LE PREFERENZE MUSICALI DEL MIO INTERLOCUTORE, MA IN QUESTO CASO..!? SICURAMENTE POSSO CONSIGLIARE UN MOMENTO DELLA GIORNATA, SABATO NEL TARDO POMERIGGIO, QUANDO I CAMPEGGIATORI SONO UNA COMUNITÀ RODATA DAL VENERDI SERA E, SE AVRETE PAZIENZA, DOPO UN DUO INDONESIANO E UN BARBUTO MODULARE, CHISSÀ CHE NON VI VENGA IN MENTE DI PIANTARE LE TENDE E FERMARVI FINO AL GIORNO DOPO…

PTWSCHOOL: ANCHE SE L’EXPO CI HA PROVATO A PORTARVELI VIA, ANCHE QUEST’ANNO AVRETE DEI VOLONTARI A LAVORARE PER IL FESTIVAL, CI PUOI DIRE COSA SIGNIFICA PER VOI QUESTA CONTINUA E GRANDE ADESIONE?

R.P. E’ UNA BELLISSIMA DIMOSTRAZIONE DI SUPPORTO E COMPRENSIONE, DI RAGAZZI E RAGAZZE CHE INTUISCONO IL LAVORO CHE STIAMO FACENDO CON TERRAFORMA E VOGLIONO PRENDERNE PARTE. MI È CAPITATO DI SENTIR DIRE QUANTO SIA ESTRANEO ALL’ITALIA IL FENOMENO DEL VOLONTARIATO, MA NON CI CREDO ASSOLUTAMENTE, HO VISSUTO DIVERSE SITUAZIONI DAL FESTIVAL DELLA TARANTA A PIANO CITY DOVE I VOLONTARI NON SI CONTAVANO…

PTWSCHOOL: IL FESTIVAL È STATO PRECEDUTO DA UN PO’ DI PREVIEW IN GIRO PER L’ITALIA: OLTRE A MILANO SIETE STATI A ROMA E ANCHE A PALERMO, DALL’ALTRA PARTE DELL’ITALIA. PRIMA DI TUTTO COME SONO ANDATE? COME HANNO RISPOSTO LE PERSONE? PENSATE DI RIVEDERNE QUALCUNA IN VILLA ARCONATI?

R.P.: LE PREVIEW – TERRAFORMING SONO STATE CINQUE QUEST’ANNO, TUTTE IN LUOGHI ABBASTANZA INSOLITI PER LA MUSICA E PER IL PUBBLICO CHE TERRAFORMA PRINCIPALMENTE COINVOLGE. A MILANO SONO STATE TRE, RIPERCORRENDO I DIVERSI STILI MUSICALI DEL FESTIVAL: PIÙ SPERIMENTALE AL PLANETARIO CON LORENZO SENNI, TECHNO AD ASSAB ONE CON DJ STINGERAI E VICINO AL FOLK CON MIKE COOPER ALL’ACQUARIO CIVICO. INVECE A PALERMO, DOVE TERRAFORMA AFFONDA DIVERSE DELLE SUE RADICI, ABBIAMO INVITATO IL JAZZISTA GIANLUCA PETRELLA. L’ULTIMA É STATA ROMA CON GIGI MASIN NELLA PAZZESCA CENTRALE MONTEMARTINI.  SONO TUTTE STATE MOLTO SPECIALI, LA SIMBIOSI TRA MUSICA E I POSTI SELEZIONATI HA FUNZIONATO DAVVERO MOLTO BENE. CREDO CHE SIAMO STATI IN GRADO ATTRAVERSO CIASCUNA DI ESPRIMERE IL MOOD DI TERRAFORMA, CON UN CERTO TIPO DI ATTENZIONE PER L’ASCOLTO E NEL MODO DI VIVERE LO SPAZIO. L’IDEA ERA DI TROVARE UN CONTATTO DIRETTO CON LE PERSONE NEL COMUNICARE IL FESTIVAL, E DI CONFRONTARSI SU CONTENUTI VERI PIUTTOSTO CHE GENERARE GRANDI VORTICI DI HYPE VIRTUALE. ANCHE IN QUESTO SENSO CI SIAMO RIUSCITI E IL PUBBLICO HA SEMPRE RISPOSTO NUMERO E INTERESSATO. IL PROBLEMA SEMMAI È STATO DI GENERARE UN FESTIVAL NEL FESTIVAL, PER CUI MOLTE PIÙ RISORSE DI QUANTO CI ASPETTASSIMO SONO STATE ASSORBITE DAI TERRAFORMING.

PTWSCHOOL: NELL’INTERVISTA CHE ABBIAMO FATTO L’ANNO SCORSO A DARIO NEPOTI CI AVEVA DETTO CHE MAGARI IN UN FUTURO NON TANTO LONTANO L’IDEA DI “TERRAFORMA” POTEVA DIVENTARE UN FORMAT (PASSACI IL TERMINE) ED ESSERE TRASPORTATO IN GIRO PER L’ITALIA. A DISTANZA DI UN ANNO LA VEDI POSSIBILE COME IDEA? QUALCUNO VI HA CONTATTATO PER LAVORARE INSIEME?

R.P.: IL CONCETTO DI “TERRAFORMARE” DIVERSE DIMENSIONI È MOLTO AFFASCINANTE, MA TERRAFORMA È UN PROGETTO GIOVANE CON AMPI MARGINI DI SVILUPPO. PERCIÒ CONCENTRIAMOCI SU VILLA ARCONATI E POI VEDIAMO.. PER CERTI VERSI DARIO È MOLTO PIÙ CONCENTRATO SULL’ENVIRONMENT, MENTRE IO PREFERISCO FOCALIZZARMI DI PIÙ SULLE PERSONE, COME REAGISCONO A CERTI IMPULSI E SITUAZIONI, A COME INTERAGISCONO TRA DI LORO. IN QUESTO SENSO SAREBBE MOLTO INTERESSANTE PORTARE TERRAFORMA IN UN CONTESTO MOLTO PIÙ INCONTAMINATO.

PTWSCHOOL: CI PUOI DARE QUALCHE ANTICIPAZIONE SULL’AREA FOOD? CI SARANNO GLI STESSI DELL’ANNO SCORSO (ABBIAMO SPESO TUTTI I NOSTRI TOKEN IN CIBO PERCHÉ ERANO UNO PIÙ BUONO DELL’ALTRO)? A PROPOSITO, ANCORA TOKEN QUEST’ANNO?

R.P.: L’AREA FOOD SARÀ DECISAMENTE DIVERSA, IL LUOGO E LA CONFORMAZIONE RIMANGONO UGUALI MA I CONTENUTI SONO CAMBIATI. ABBIAMO COINVOLTO WE DELIVERY TASTE, CON I QUALI ABBIAMO ELABORATO LE FORME DELLA TERRA: UN MERCATO MENO STREET E PIÙ SLOW DOVE ABBIAMO MESSO INSIEME ALCUNE GIOVANI REALTÀ GASTRONOMICHE MILANESI RACCONTANDONE LA FILIERA. SARÀ PIÙ BUONO E COSTERÀ MENO TOKEN!

PTWSCHOOL: ULTIMA DOMANDA UN PO’ CATTIVELLA SU L’ECO-SOSTENIBILITÀ. NELLA SCORSA EDIZIONE CI SIAMO TUTTI GASATI SUL FATTO CHE IL FESTIVAL FOSSE A “MENTALITÀ VERDE”, CHE CI FOSSE UN PALCO E UN BAR CONCEPITO IN MANIERA “GREEN”, CHE L’AREA DOVE SI SVOLGEVA IL FESTIVAL NON ERA STATA DETURPATA MA CURATA E TENUTA FEDELE ALLA SUA STRUTTURA ORIGINALE, MA POI ABBIAMO VISTO CUMULI DI SPAZZATURA E RACCOLTA DIFFERENZIATA QUASI INESISTENTE. A GIUGNO CI SORPRENDERETE VERO?

R.P.: CHIARAMENTE ESSENDO STATA UNA PRIMA EDIZIONE CI SONO ALCUNI ASPETTI CHE POSSONO ESSERE DECISAMENTE MIGLIORATI, E NELL’AMBITO DELLA SOSTENIBILITÀ TERRAFORMA HA AVVIATO UN DISCORSO MOLTO PROFONDO E STRUTTURALE, TRALASCIANDONE ALCUNI ASPETTI MAGARI PIÙ EVIDENTI. E’ PASSATO UN ANNO, INCOMINCIA A FAR CALDO, IL BOSCO È FRESCO E QUEST’ANNO ABBIAMO ANCHE UN PRATICELLO ALL’INGLESE SOTTO CASSA. CERTO CHE VI SORPRENDEREMO!

DAI, MANCA DAVVERO POCO, QUI TROVI TUTTE LE INFO E LA LINEUP COMPLETA DELL’EVENTO, CI VEDIAMO LI’ TRA GLI ALBERI DELLA VILLA ARCONATI.

EVENTO FB

CIAO BOCHUM WELT

Facebook Comments

Newsletter.

Contattaci.

©Ptwschool – Milano.
Musica, visual, stile, vita.

Collaborazioni e branded content: adv@ptwschool.com

Contatta la redazione.

Privacy Policy e Cookie Policy
I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico e non rappresentano prodotto editoriale ex L.62/2001.

Ptwschool is part of SCUSA network.