Weekend Mixtape #74: Giorgio Ruggeri

Lo diciamo senza troppe incertezze: questo è uno dei Weekend Mixtape più interessanti della serie. Nasce da una pubblicazione indipendente del 2017, Tracce Futuribili, un libro curato da Giorgio Ruggeri, omaggio ai tesori nascosti della library music prodotta in Italia tra gli anni ’70 e ’80.

Giorgio Ruggeri è un giovane designer della comunicazione, classe 1991, originario di San Benedetto del Tronto, di base ora a Milano dopo varie migrazioni. Ci siamo conosciuti tra le scrivanie di P6, spazio co-working che ospita anche Ptwschool e l’idea di questo Weekend Mixtape nasce proprio da alcune chiacchierate di musica durante le pause pranzo di circa un anno fa. Oltre ad essere progettista, Giorgio è anche uno studioso di storia contemporanea, appassionato di archivi e mappe. Sarà una coincidenza, oppure è tutto voluto? Tracce Futuribili e questo Weekend Mixtape disegnano con precisione una mappa degli archivi della library music nostrana, uno spaccato di storia contemporanea della musica che rievoca l’immaginario italiano di quel periodo.
Buon ascolto, buon weekend.

“Tracce Futuribili è una collezione di library music prodotta in Italia tra il 1969 e il 1989. Si tratta di colonne sonore incise senza uno scopo predeterminato, ma al contrario realizzate per un utilizzo cinematografico o televisivo successivo. In altre parole: musica stock. La finalità audiovisiva di questo tipo di produzioni consentiva a compositori e musicisti di incidere quei dischi strumentali, talvolta sperimentali, che nel paese di Sanremo poche case discografiche avrebbero altrimenti prodotto. In Italia infatti, le “sonorizzazioni” rappresentarono a tutti gli effetti una scena musicale sotterranea, sovvenzionata dalla Rai e in molti casi assimilabile al cosiddetto Spaghetti-Sound, cugino nostrano del Krautrock.

Queste tracce nascono come materiale d’archivio, spesso frutto di idee scartate e sicuramente a buon mercato rispetto a una colonna sonora composta ad hoc o a un pezzo radiofonico. Ma nonostante l’universo della library music sia in gran parte popolato da standard musicali, pezzi a dir poco banali e didascalici, in esso si nascondono piccole gemme in attesa di divenire sample. L’atto di appropriazione e di ricontestutalizzazione alla base del mixaggio conferisce nuova vita a questi brani, non pensati per l’ascolto, né tantomeno per essere ballati. (Giorgio Ruggeri)”

Tracklist:

Egisto Macchi – Terza Età (Città Notte, 1972)
Daniela Casa – Spiralys (America Giovane N. 2, 1975)
Daniela Casa – Baterasso (197?)
Remigio Ducros – Black Congregation (America Giovane, 1977)
Remigio Ducros – Canottaggio (197?)
Zanagoria – Itinerario di un Hippy (Popfolkmusic, 1973)
Gianni Mazza – Sospesi nel Traffico (La Città N° 2, 1971)
Alessandro Alessandroni – Babe Come Down (1976)
I Gres – Restless (I Gres, 1974)
Franco Chiari – Rio tu ed io (1973)
Oronzo De Filippi – Chimica Industriale (Meccanizzazione, 1969)
Pino Presti – L’Estate di Laura (1st Round, 1976)
Piero Montanari – Glaze (Climax, 1973)
Alessandro Alessandroni – Aspetti Musicali (Prisma Sonoro, 1974)
Piero Umiliani – Nostalgia (La Ragazza Fuoristrada, 1973)
Gianni Mazza – Wave (Cross-Way, 1971)
Lamberto Macchi – Programma Energia (Downtown, 1976)
Zalla – Risaie (Paesaggi, 1980)
Romolo Grano – African Work (Religioni Vol. I° – Giubileo, 1976)
Silvano Chimenti – Aromi Esotici (Droga, 1972)
Egisto Macchi – Moonsong (Voix, 1975)
Piero Umiliani – Lavoro Nero (Atmospheres , 1975)
M. Zalla – Attività (Problemi d’oggi, 1973)
M. Zalla – Produzione (Problemi d’oggi, 1973)
Peymont – Ballata del Fresatore (Videomusic N.2, 197?)
Rimauri – Industria Meridionale (D.O.C., 1987)
Mario Molino – Librare Paranoide (?)
Alessandro Alessandroni – Cruise Missiles (War, 1981)
Alessandro Alessandroni – Dance of Death (War, 1981)
Giorgio Carnini – Funny Mood (1974)
S. Lazlo – Attacco al Pianeta (Trilling e Magia nella Fantascienza, 1981)
Alberto Baldan Bembo – Pink B.B. (Sound Orchestra, 1982)
S. Lazlo – Esodo (Trilling e Magia nella Fantascienza, 1981)
Gianni Sposito – Lune Di Giove (Cosmo Graffiti, 1984)
Lamberto Macchi – Programma Energia (Versione Elettronica) (Downtown, 1976)
Gianni Sposito – Creux (Strumentali: The Sirens, 1989)
Stelvio Cipriani – Hour Of The Infernal Game (Electronic Sound, 1980)
Paolo Casa – Off The Night (Soul Tracks, 1981)
Egisto Macchi – Lampare (Città Notte, 1972)
Bruno Nicolai – Teorema (con voce) (Geminus, 1969)
Rovi – Saga (Storia e Preistoria, 1972)
Egisto Macchi – Jannis Kounellis (Pittura Contemporanea, 1975)
Alessandro Alessandroni – Pubblica Informazione (Inchiesta, 1977)
Remigio Ducros & Massimo Catalano – Terapia della fatica (La Fatica, 1972)
Egisto Macchi – Reflexions (Voix, 1975)

Ascolta tutti i Weekend Mixtape qui: mixcloud.com/ptwschool
Segui la playlist Weekend sul nostro profilo di Spotify, ogni lunedì 5 tracce nuove estratte dall’ultimo Weekend Mixtape: spoti.fi/2QV4M1y

Realia: Insin – Kidney Spears (Inisint EP, Realia 004)Ama Split & Riky Kiwi: Berliner Raucherkneipen
Facebook Comments

Newsletter.

Contattaci.

©Ptwschool – Milano.
Musica, visual, stile, vita.

Collaborazioni e branded content: adv@ptwschool.com

Contatta la redazione.

Privacy Policy e Cookie Policy
I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico e non rappresentano prodotto editoriale ex L.62/2001.

Ptwschool is part of SCUSA network.