L’ULTIMO ALBUM DEI MAJID JORDAN: “THE SPACE BETWEEN” [OVO SOUND]

“THE SPACE BETWEEN” NON È UN ALBUM.

È PORTARE FUORI LA PROPRIA RAGAZZA (MA NON PER FORZA LA PROPRIA), ANDARE IN UN BEL RISTORANTINO, BERE VINO COSTOSO, REGALARLE UN GIOIELLO (OVVERO QUELLA PERLA CHE È IL PEZZO CON PARTYNEXTDOOR), SALIRE A CASA DI LEI PER “UN CAFFÈ” E FINIRE A LETTO A FARE L’AMORE PIÙ SENSUALE ED EROTICO CHE SI POSSA IMMAGINARE.

MAJID JORDAN FANNO FUOCO E FIAMME DAI TEMPI DEL PRIMO EP E DI “HOLD ON, WE’RE GOING HOME” (CHI SI RICORDA IL VIDEO IN CUI DRAKE AMMAZZA TUTTI E SALVA LA TIPA?), MA PER LA VERITÀ L’ULTIMO LORO ALBUM AVEVA SMORZATO UN PO’ I TONI, FORSE TROPPO DISPERSIVO E MONOTONO RISPETTO ALLE ASPETTATIVE.

STA DI FATTO CHE IL DUO CANADESE NON ACCENNA A FERMARSI E COSÌ HA CACCIATO UN ALTRO DISCO BELLO CORPOSO, BELLO PITCHATO, INSOMMA, BELLO.

AL PRIMO ASCOLTO PUÒ SEMBRARE IL CLASSICO ALBUM OVO DALLE TEMATICHE AMOROSE CHE STRIZZA L’OCCHIO ALLA ROBA DI THE WEEKND, MA DOPO UN ASCOLTO PIÙ ACCURATO… NO, RIENTRA PROPRIO IN QUELLA CATEGORIA.

SCHERZI A PARTE, “THE SPACE BETWEEN” È UN OTTIMO DISCO DI ACCOMPAGNAMENTO, SE COSÌ SI PUÒ DEFINIRE, CIOÈ UNA RACCOLTA DI BRANI COESI TRA DI LORO, TEMATICAMENTE E MUSICALMENTE, PERFETTO PER CREARE ATMOSFERA O COME SOTTOFONDO MENTRE SI STAZIONA SUI 110 IN SUPERSTRADA, MAGARI DI RITORNO DALLA CASA DELLA RAGAZZA CITATA IN PRECEDENZA, CANTICCHIANDO:

“I JUST WANNA LAY YOU DOWN


I WANNA LET YOU KNOW, BABY, WE DON’T

WE DON’T NEED WORDS, LET YOUR BODY TALK

BABY, DON’T SPEAK, LET YOUR BODY TALK

E COSÌ VIA.

CIAO CORPI

REVIEW BY FILIPPO MANGILI - @DEMOSTEEN