Premiere + Review: Turenne – Tender Heart From the Lagoon

Un tuffo tra le profondità della House con Turenne: il nuovo album in uscita lunedì 1 giugno è la colonna sonora perfetta per il post-lockdown. Oltre alla recensione, vi facciamo ascoltare una traccia in anteprima: 2009.

Nella Milano che pare a tratti semi-dormiente, si continua a produrre e sperimentare: c’è un fermento artistico in città che non si è mai spento, neanche nell’ultimo periodo. È il caso dei ragazzi di Funclab, il collettivo che ha fatto di NoLo la sua casa e soprattutto il suo quartier generale creativo, attorno a cui orbitano designer, videomaker, dj e producer, e che nel 2018 ha fondato una propria etichetta indipendente, Funclab Records, che oscilla tra house, jazz, black music e funk ma soprattutto un amore sconfinato per i sample.

La quarta release della label “Tender Heart From the Lagoon” distribuita da Rubadub Distribution (UK) e in uscita venerdì 29.05 è firmata Turenne, batterista, dj e produttore del collettivo, che la presenta così: “Tender Heart From the Lagoon è un tuffo nelle mie radici, un viaggio attraverso la mia vita. Una confessione sincera di speranze e paure, con tutta la bellezza che si portano dietro”.

In copertina, una nave che galleggia in un mare computerizzato, sezionato per guardare oltre la superficie dell’acqua, con la luce che si disperde nelle sue mille sfumature, come a far presagire la multitudine di campioni e ispirazioni che compongono l’album, che attraversa più e più universi paralleli, dalla deep alla power house soffermandosi su piccoli scogli di ambient per riprender fiato.

Abbiamo ascoltato l’album di Turenne in anteprima, e tutto quello che possiamo dirvi è che se state già iniziando invidiare le foto dei vostri “amici-di-giù” sulla spiaggia, potete rimediare tuffandoti in questi 30 minuti di house freschissima, traccia dopo traccia, sample dopo sample.
In apertura con “Sie Ore Ea Cresse (part one)” c’è questa voce che potrebbe suonarvi familiare: dove ho già sentito questo tipo che parla di gelati e riscaldamento globale? Non preoccupatevi se non vi viene in mente subito, ritorna tra qualche play. Poi, l’immersione vera e propria nel mondo di Turenne: “Tender Heart From The Lagoon” è un tuffo a rallenty che atterra sul fondale della laguna, con tanto di richiami di sirene e tutto il resto, (che altro non sono che splendide voci eco di The Love You’re Given di Jack Garrat).

Mentre si prosegue il riscaldamento con “Jack-Up” e la scintillante “Hôtel De Ville”, ecco che si gira sul lato B e torna l’uomo del gelato. “Per fortuna i nostri politici più affascinanti hanno trovato un modo economico dell’ultima ora per combattere il riscaldamento del sole: dal 2063 viene semplicemente gettato ogni tanto nell’oceano un cubo di ghiaccio gigante” (indizio: è un cartone animato, c’è uno scienziato e una truppa di improbabili personaggi che lo seguono in altrettante improbabili avventure). Un enorme SPLASH!, ed ecco due pezzi – “I’m Talking To U” e “2009” – che vi fanno venire nostalgia del dancefloor, nel caso ancora non ce l’aveste. “Dove sei”, ultima traccia dell’album e forse la più intima – la voce campionata iniziale è quella della sorella di Turenne – ci riporta in superficie facendoci galleggiare su synth gloomy e avvolgenti. Che fai, non ti tuffi?

In anteprima vi facciamo ascoltare 2009. Nostalgia del dancefloor, vedi sopra:

 

Tender Heart from The Lagoon è in pre-order qui:
funclabrecords.bandcamp.com/

Segui Funclab Records
IG: @funclab.records
SC: @funclab.collective

Segui Turenne
IG: @ttturenne
SC: @ttturenne

Weekend Mixtape #91: D.J. COOLWeekend Mixtape #92: Theodor Guelat
Facebook Comments

Newsletter.

Contattaci.

©Ptwschool – Milano.
Musica, visual, stile, vita.

Collaborazioni e branded content: adv@ptwschool.com

Contatta la redazione.

Privacy Policy e Cookie Policy
I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico e non rappresentano prodotto editoriale ex L.62/2001.

Ptwschool is part of SCUSA network.